Cerca

Guida all’acquisto di Home Theatre

Mail
Home-Theatre
Home-Theatre
home-entertainment
home_theatre 2

I sistemi audio pensati per alzare il cosiddetto “livello di home entertainment”, ossia in altre parole il divertimento tra le mura domestiche, sono sempre più numerosi e variegati. In tempi di crisi come questi, in più, vanno progressivamente sostituendosi al cinema, grazie alle prestazioni sempre più sofisticate e alla capacità di creare, uniti agli schermi ad alta definizione, effetti molto simili a quelli cinematografici. Vediamo quali sono i principali aspetti da considerare nell’acquisto di un home theatre.

Canali audio. Il primo fattore da considerare è quello che indica il numero delle casse presenti in un home theatre. In questo senso i sistemi più diffusi sono gli home theatre 2.1, 5.1 e 7.1. La prima cifra indica il numero dei diffusori, mentre quella dopo il punto il numero di subwoofer impiegati. L’Home theatre 2.1 è la soluzione più semplice ed economica: Composta di due altoparlanti frontali e un subwoofer, ossia un altoparlante adatto a riprodurre i suoni di frequenza più bassa, è ideale per chi ha poco spazio e non vuole spendere molto. Scegliendo invece un sistema 5.1, composto da due canali anteriori, uno centrale, due casse surround e l’immancabile subwoofer, avremo una qualità del suono molto più elevata, che include anche l’effetto surround. Impianti Home theatre 6.1 e 7.1 sono invece da consigliare a chi ama i dettagli tecnici, ma necessitano di una stanza apposita per apprezzarne al meglio le qualità.

Potenza: la potenza, misurata in Watt, è un indice spesso presente nelle caratteristiche tecniche dei prodotti in vendita, ma il suo valore non dà una reale garanzia dell’effettiva prestazione di un sistema. Gli impianti in commercio possono andare in media da 200 a 1000 Watt, e sono da scegliere tendenzialmente in base alla grandezza della stanza, fermo restando che la sola potenza dell’amplificatore non è sufficiente per stabilire quanto forte suoni un impianto: molto dipende dall’efficienza dei diffusori. Il consiglio è di non esagerare con la potenza, soprattutto per stanze con meno di 5 metri cubi, in quanto questo fattore non è particolarmente decisivo a livello di qualità del suono.

Lettore integrato. Alcuni sistemi sono dotati di lettore DvD o Blu-Ray integrato, soluzione che neaumenta il prezzo ma che, a conti fatti, risulta più economica e funzionale rispetto al comprare un lettore separato. Dal momento che i contenuti sono ormai tutti in alta definizione, è sempre meglio che il sistema audio-video sia dotato di lettore Blu-ray.

Calibrazione. Può essere automatica o manuale. La prima è tendenzialmente migliore in quanto rende più facile il setup e ottimizza le prestazioni, rilevando le migliori impostazioni possibili per la propria sala d’ascolto. La maggior parte dei sistemi di nuova generazione possiede questa caratteristica.

Connessioni. Alcuni sistemi consentono la possibilità di collegare altre apparecchiature, il che è ideale per assicurare la longevità del prodotto in quanto le connessioni analogiche stanno diventando obsolete, sostituite da quelle wireless. E’ importante dunque verificare la disponibilità di ingressi HDMI nel sistema.

Compatibilità con formati multimediali. Ultima ma certamente non meno importante, la capacità di riprodurre la maggior parte dei dormati multimediali esistenti (MP3, WMA, JPG, Mkv, Avcd, DiVx etc.) è essenziale: la maggior parte dei contenuti infatti si riproducono dalla rete o dalle memorie USB.

Prezzi. Ottimi diffusori 2.1 possono essere acquistati con prezzi compresi tra 150 e 250 euro. I sistemi 5.1 vanno da 250 a 450 euro, mentre a prezzi superiori ai 500 euro si possono trovare sistemi ancora più performanti. Da tenere in considerazione il fatto che il prezzo si eleva in caso di presenza di lettore DvD o Blu-Ray integrato.

Conclusioni. I fattori da considerare nella scelta di un home theatre sono i seguenti:
Canali. 2.1, 5.1 a seconda delle esigenze, economiche e di performance.
Potenza. Da 200 a 1000 w a seconda dell’ammpiezza della stanza
Lettore integrato. Soluzione consigliata a chi non disponga già di lettore DvD o Blu-Ray
Calibrazione automatica
Connessioni. Possibilità di collegare altre apparecchiature
Compatibilità con formati multimediali
Prezzi. Spendendo cifre comprese tra 200 e 400 euro è possibile trovare sistemi Home Theatre di ottimo livello.

Prodotti similiPRODOTTI CORRELATI